Biagi conquista il titolo irridato in sella all’Aprilia

Max Biaggi è riuscito a conquistare il suo secondo titolo in SuperBike sulle derivate, in sella alla sua Aprilia il pilota romano dopo esser caduto in gara 1 è riuscito giungendo quinto in gara 2 a vincere il mondiale per mezzo punto.

Max Biaggi a calda ha subito commentato:”E’ stato un campionato difficile, sudato fino all’ultimo. E’ davvero una grande soddisfazione. Un’emozione indescrivibile, è ancora difficile crederci. Di gara in gara succedeva di tutto, ce lo siamo passati l’un l’altro e sono contento che sia finita così. Lo dedico a tutti i ragazzi che hanno lavorato con me, a Eleonora, ai miei figli, a mio padre, a tutta la famiglia. A tutti quello che hanno voluto che accadesse, al reparto corse Aprilia. A tutti insomma”
Il centauro romano dopo aver smaltito l’euforia della vittoria ha poi ripensato alla stagione e ha commentato la sua vittoria all’aba dei 41 anni: “Ogni vincitore è un sognatore che non ha mai smesso di sognare. E’ questo che hanno nella loro testa, nel loro cuore, un deesiderio. Ed io ce l’ho da tanti anni.
I miei primi 19-20 anni li ho trascorsi sui campi verdi a tirare calci ad un pallone. Ho percorso tutte le classi dai pulcini in poi. Era la mia passione, il mio grande sogno fare il calciatore professionista. Adesso in questi secondi 20 anni vado forte perchè nei primi non mi sono consumato”.