Il rapporto ‘Best Global Green Brands’ premia il settore automotive con quattro case automobilistiche nei primi cinque posti. Il marchio con la più alta immagine ‘green’ del mondo è Ford seguito dal trio giapponese ToyotaHonda e Nissan. Il report di Interbrand, che ha realizzato uno studio in collaborazione con Deloitte, ha stilato una classifica dei marchi più verdi (eco-sostenibili) sulla base delle pratiche aziendali ambientali e della percezione dei clienti per quanto riguarda l’eco-compatibilità e l’impatto sociale. Per definire l’eco-sostenibilità di un marchio, Interbrand ha analizzato anche la creazione e il mantenimento di prodotti e servizi che riflettano il valore aggiunto per l’ambiente e per la collettività.

La classifica ha preso in considerazione multinazionali di ogni settore, dall’informatica alla cura della persona, passando per la ristorazione e l’abbigliamento. L’industria dell’auto si è piazzata ai primi quattro posti, battendo giganti come Panasonic, Nokia, Sony, Adidas, Danone e Dell. Il “Performance Score”, indicato in blu, deriva dall’analisi di 83 categorie operative e produttive dell’azienda, mentre il “Perception Score” è basato sulle interviste realizzate con oltre 10.000 consumatori, che hanno rispetto aspetti che riguardano un marchio.

Tra i marchi motoristici, Nissan ha consolidato il risultato del 2013, quando ha scalato ben 16 posizioni, grazie alla leadership nel segmento dei veicoli elettrici, un ambizioso piano infrastrutturale e il sostegno prestato ai governi. Con circa il 50% della quota del mercato elettrico raggiunta nel 2013, la Nissan Leaf è il veicolo elettrico più venduto della storia. Per trovarne altre case automobilistiche bisogna scendere fino al tredicesimo posto, occupato da BMW, e al sedicesimo di Volkswagen, vincitrice della classifica nel 2012.