Non c’è pace per gli automobilisti, i prezzi dei carburanti sono sempre proibitivi, e non è facile accettare rialzi più o meno giustificati. D’altra parte, le case automobilistiche sono sempre alla ricerca di soluzioni per ridurre il consumo, anche se spesso la corsa ai rialzi tende a rendere meno evidenti i progressi compiuti dai costruttori.

Così, è evidente che l’effetto vacanze abbia sortito un aumento del costo alla pompa, come è stato sottolineato dall’Unione nazionale consumatori. In particolare, nel mese di maggio i prezzi di benzina e gasolio per i mezzi di trasporto hanno subito un aumento del 2,4% la prima e del 2,3% il secondo. A Bolzano va il riconoscimento meno ambito di città più cara per gli automobilisti rimasti a secco, infatti l’aumento dei prezzi, rispetto all’inflazione, è dello 0,7%. Ciò comporta un incremento della spesa annua per una famiglia di 3 componenti di 322 euro.

Nella classifica dei rincari troviamo anche Milano, al secondo posto, con una spesa familiare relativa ai carburanti aumentata di 200 euro, e Aosta, dove la stessa voce ha visto un rialzo di 139 euro. Interessante notare l’andamento in controtendenza di Bologna, dove la stessa famiglia campione risparmia 267 euro l’anno.

Comunque, nonostante un mese di maggio decisamente oneroso per chi utilizza le quattro ruote, i prezzi dei carburanti continuano ad aumentare, e da sabato sono state registrate variazioni dei prezzi consigliati della benzina che vanno dai 0,5 centesimi della Ip fino ai +2 centesimi della TotalErg, in base alle rilevazioni effettuate da Staffetta Quotidiana.

Ciò significa che le medie ponderate nazionali, relative alle diverse compagnie in modalità servito, vedono un incremento di 0,4 centesimi per la benzina, arrivata a 1.764 euro a litro, mentre non si registrano variazioni per il gasolio, rimasto a 1.571 euro a litro.

Chiaramente, si attendono altri aumenti, in corrispondenza con gli esodi estivi, che vedranno un gran numero di automobilisti mettersi in viaggio per percorrere chilometri extra al fine di raggiungere le località di villeggiatura.