Eleganti, veloci e lussuose, le Bentley sanno essere anche sportive, come dimostra la nuova Flying Spur W12 S che vuole essere la berlina di lusso ad alte prestazioni per eccellenza, come ha dichiarato l’amministratore delegato di Bentley Motors Wolfgang Durheimer.

Così, le prestazioni sono decisamente da riferimento, con un’accelerazione da 0 a 100 km/h coperta in appena 4,5 secondi ed una velocità massima di 325 km/h: ce n’è abbastanza per mettere in difficoltà una supercar.

Merito del W12 biturbo da 635 CV ed 820 Nm di coppia massima, che, insieme al nuovo assetto, ai freni carboceramici (optional), ed alla trazione integrale con il 60% della coppia erogata al retrotreno, rende l’esperienza di guida decisamente appagante.

A livello estetico la Flying Spur W12 S spicca per via del paraurti anteriore più aggressivo e dei tanti elementi del corpo vettura realizzati in una colorazione nera, come la griglia del radiatore, il badge identificativo, le cornici dei finestrini ed il diffusore posteriore. Non mancano dei cerchi a 7 razze da 21 pollici in una livrea nero lucida, ma, volendo, ci sono anche quelli con disegno a 5 razze, sempre da 21 pollici.

All’interno spicca la finitura nera della plancia e quella dei pannelli porta in radica Carbon Fibre, oltre alle tipiche superfici trapuntate a rombi per i sedili, ai vari loghi W12 S disseminati sulle soglie battitacco, e ricamati sui poggiatesta.

Per avere queste Bentley superveloce bisognerà attendere la fine dell’anno, ma l’assegno da staccare sarà sicuramente impegnativo.