Di anno in anno è bello considerare quel che è accaduto su un circuito e sperare che la storia si ripeta o tutto venga messo in discussione, insomma che sia sempre garantito lo spettacolo. Vediamo insieme cos’è successo sul tracciato del Golfo Persico. 

La conformazione del circuito del Bahrain è molto particolare perché ci sono dei pezzi esposti alla sabbia e se tira vento le curve possono davvero diventar insidiose. Abbiamo già visto insieme la storia di questo circuito e abbiamo raccolto le dichiarazioni dei piloti a riguardo.

Raikkonen ha sempre fatto bene in Bahrain e vorrebbe almeno ripetersi. Rosberg, invece, l’affronta sapendo di non poter bissare il successo di Shanghai. I McLaren, soprattutto Hamilton, vogliono allungare sugli avversari e salire ancora sul podio.

Domenica si disputerà l’ottavo GP del Bahrain, un circuito inserito nel Circus dal 2004. Negli ultimi cinque appuntamenti se ne sono viste delle belle.

Nel 2006, per esempio, Schumacher e Massa partono dalla prima fila con le loro Ferrari ma la vittoria va ad uno strepitoso Alonso con la Renault.

Nel 2007 in prima fila c’è sempre Massa con la McLaren di Hamilton al seguito. Così fino sul traguardo. Il terzo posto fu di Raikkonen.

Nel 2008, in pole c’è Kubica che poi conclude terzo alle spalle dei ferraristi Massa e Raikkonen.

Nel 2009 a salire sul primo gradino del podio c’è Button, seguito da Vettel, Trulli ed Hamilton. Nel 2010, infine, vince ancora Alonso e dietro di lui ci sono Massa ed Hamilton.