Va bene: Rosberg è figlio d’arte. Va bene: ha vinto il gran premio di Shanghai con un pizzico di fortuna, ma non è detto che in Bahrain sia già condannato dalla storia a rimanere nelle retrovie. Ecco cosa pensa il giovane pilota del prossimo appuntamento del Circus. 

Nonostante le preoccupazioni della prima ora, la Formula 1 si sposta in Bahrain dove i disordini non sono ancora finiti. I piloti hanno raccolto le informazioni necessarie sul tracciato e lo affrontano con lo spirito giusto, quello che anima tutte le gare.

La Ferrari sa già di dover correre in difesa, mentre la McLaren andrà a caccia del risultato, come sempre, nella speranza che il leader della classifica iridata, Hamilton, riesca a salire sul gradino più alto del podio. Rosberg, fresco di vittoria, come pensa di correre in Bahrain?

Il giovane pilota della Mercedes ha detto in un’intervista che l’appuntamento nel Golfo Persico sarà sicuramente duro per lui e la squadra. Ripetere quel che abbiamo visto in Cina è praticamente impossibile.

Il tedesco resta con i piedi per terra: la pista del Bahrain gli piace molto e in Cina hanno fatto bene, ma prima di arrivare a Shanghai hanno avuto problemi con gli pneumatici. Adesso gli ingegneri hanno lavorato duro, ma le temperature previste per il fine settimana, stanno complicando la loro gara.