Qualche mese fa è stata inaugurata la nuova autostrada A35, più comunemente chiamata “BreBeMi” poiché collega Brescia, Bergamo e Milano. Ed è proprio in quest’ultima città che è nata la prima autostrada d’Italia, era l 21 ottobre del 1924 e a inaugurare la A8 Milano-Varese fu una Lancia Trikappa guidata Piero Puricelli. Sono passati 90 anni da quel giorno e non c’erano sbarre automatiche ma degli addetti che uscivano dalla cabina a riscuotere il pedaggio, di circa 20 lire, e sollevare a mano la sbarra del casello.

Piero Puricelli fu l’ideatore e il realizzatore dell’autostrada (con l’appoggio del re Vittorio Emanuele III) e fu lui ad inaugurare l’A8 Milano-Varese, 43 chilometri di asfalto che potevano portarti da una città all’altra senza passare per la città. Un’innovazione che oggi diamo per scontato senza pensare a quanto si sia cresciuti in cosi pochi anni. La prima via al mondo a pedaggio, solo 500 giorni di lavori dal sogno alla realizzazione dello stesso, una rivoluzione che ha cambiato per sempre il modo di viaggiare e di concepire il viaggio.

Questa autostrada, oggigiorno, vede passare in media 40.000 veicoli e a breve dovrà prepararsi a “sopportare” la massa di turisti, addetti ai lavori e curiosi per l’EXPO 2015. Nel giorno esatto del compleanno (Domenica 28) , verrà fatta una festa con un corteo di cento auto e moto storiche che percorreranno di nuovo la Milano-Varese, come per ricordare i bei tempi appena passati.

LEGGI ANCHE:

Incidenti stradali in Italia: vittime in aumento, il Sud resta critico

Automobilista guida in autostrada senza le gomme, il video

Contromano in autostrada: folli 25 km sulla A7, patente sequestrata

Nuova Ford Mustang 2015: ecco alcuni dettagli per il 50° anniversario della “muscle-car”