Il design italiano è il più ricercato. Le aziende straniere fanno a gara per avere dei designer italiani che sono stati anche premiati nel concorso “Autonis 2016″, suddiviso 11 categorie, in particolare sono stati consegnati dei riconoscimenti ad Alfa Romeo e Abarth.

Alfa Romeo è stato eletto “Marchio di design dell’anno”, con il 24,7 per cento dei voti, e si è aggiudicato di due titoli di categoria. La nuova berlina sportiva Giulia si è infatti affermata tra le vetture di media cilindrata con oltre la metà dei voti (54,3 per cento) mentre la compatta Mito ha raccolto addirittura il 59,3 percento dei consensi nella classifica riservata alle auto di piccola cilindrata.

Klaus Busse, Head of Design EMEA, durante la premiazione ha dichiarato: “Siamo grati e onorati per l’apprezzamento che gli appassionati di auto tedeschi stanno dimostrando verso il marchio Alfa Romeo. Ricevere questi riconoscimenti per il marchio Alfa Romeo, la Mito e la Giulia è, per noi del Centro Stile, un ulteriore incoraggiamento a continuare a portare nel mondo il design emozionale italiano”.

Certamente da non sottovalutare il grande successo che ha avuto il marchio dello Scorpione che ha vinto nella categoria “minicar”, con la nuova 595 che ha ottenuto più della metà dei voti (56,5 per cento) confermando il fascino di Abarth.

“Siamo davvero felici per l’importante premio attribuito alla Abarth 595, un riconoscimento anche del lavoro di squadra dei designer del Centro Stile e dei tecnici Abarth che sono riusciti a produrre un perfetto equilibrio di design e prestazioni italiane” ha dichiarato Busse dopo la premiazione.