Le vetture che hanno fatto la storia del design automobilistico, l’evoluzione delle motociclette attraverso le icone del passato e tante storie da raccontare: questi gli ingredienti di Automotoretrò, il tradizionale Salone dell’auto d’epoca che torna nel weekend al Lingotto Fiere di Torino. Il tradizionale appuntamento per gli amanti del motorismo storico sarà affiancato anche quest’anno da Automotoracing, fiera dedicata al reparto corse. Dal 7 al 9 febbraio 2014 andrà in scena la 32esima edizione, forte dei numeri della passata edizione: 44.000 i visitatori (22% in più rispetto alla precedente edizione), 700 espositori (8% in più rispetto al 2012), tutti numeri incoraggianti, segno di una maggiore attenzione al mondo del motorismo vintage che attrae anche un pubblico di appassionati, sportivi che fanno della ‘alte prestazioni’ la propria passione.

Una grande festa dello sport quindi, che accomuna collezionisti, piloti, motociclisti e, per questa nuova edizione, anche fuoristradisti. Saranno infatti numerosi gli espositori dedicati ai 4×4. Automotoretrò sarà anche l’occasione per un compleanno importante, le sessanta candeline da spegnere sulle ‘Ali di gabbiano’ della Mercedes 300 SL. La casa tedesca ha infatti deciso di utilizzare questa fiera per celebrare uno dei suoi modelli più affascinanti. Ampio spazio sarà dedicato anche agli amanti delle due ruote: tra le tante iniziative previste, segnaliamo una mostra Harley Davidson dei modelli più rappresentativi della casa di Milwaukee e l’esposizione del modello unico di Hirsch, marchio berlinese attivo dal ’23 al ’24 che produsse questo esemplare innovativo con telaio in frassino e motore ruotato di 90 gradi, oggi conosciuto come motore boxer.

Non mancheranno nell’edizione 2014 le tradizionali aree riservate al modellismo – curate da Funtoys – ai settori ricambi e accessori, all’editoria specializzata e al vastissimo settore dell’automobilia, che raggruppa quel mondo di oggetti di ogni genere che ruota intorno al collezionismo automotoristico. L’obiettivo per l’edizione numero trentadue è inevitabilmente aggiungere e superare quota 50.000 visitatori. ”Dietro al motorismo storico - sottolinea il governatore del Piemonte, Roberto Cota – ci sono tanti posti di lavoro. Un mondo parallelo da non sottovalutare”.

INFORMAZIONI UTILI:
Giorni: Da venerdì 7 a domenica 9 febbraio 2014
Orari: Venerdì 10.00 – 19.00; Sabato e domenica: 09.00 – 19.00
Biglietti*: Intero 10 € – Ridotto 8 € – Abbonamenti per 2 giorni (16 €) e per 3 giorni (24 €)
(I ragazzi fino a 12 anni entrano gratis, dai 12 anni pagano intero. Ridotto speciale per comitive minimo 15 persone previo contatto telefonico al n° 011.350936 o scrivendo a info@automotoretro.it).

* Invalidi oltre 80% con accompagnatore: biglietto omaggio; invalidi inferiori all’80% senza accompagnatore: biglietto
ridotto. È possibile acquistare i biglietti online a questo link.

LEGGI ANCHE

Automotoretro 2014: Peugeot e la passione per i Rally, da Torino a Parigi

Renault Scenic Cross X Mode: prezzo, foto e prova su strada