La MotoGP correrà all’autodromo di Brno almeno fino al 2020. Dorna Sport SL, l’azienda titolare dei diritti della MotoGP, ha raggiunto un accordo con le autorità locali per garantire la presenza del Gran Premio della Repubblica Ceca nel calendario del Mondiale della FIM MotoGP™, per almeno, i prossimi cinque anni.

“Il GP della Repubblica Ceca è uno dei punti forti del Campionato - ha detto Carmelo Ezpeleta, CEO di Dorna Sports -. Fa parte del calendario da 50 anni e, come si vede anche in questo fine settimana, è un evento molto popolare. Siamo felici di aver raggiunto un accordo con le autorità locali per garantire il futuro del Gran Premio della Repubblica Ceca per almeno i prossimi cinque anni”.

Il governo della regione Moravia e i funzionari della città di Brno hanno istituito un nuovo organismo per aumentare la promozione e la collaborazione con Dorna Sport al fine di assicurare il ritorno della MotoGP sull’iconico circuito della Repubblica Ceca negli anni a venire: “Siamo orgogliosi di annunciare che Brno ospiterà di nuovo la MotoGP nel 2016 e nei quattro anni successivi grazie alla creazione di un nuovo organismo pubblico che coinvolge il governo della Moravia meridionale e la città di Brno” ha spiegato il ministro dell’Istruzione Pubblica, Gioventù e dello Sport, Katerina Valachova.

Il primo Gran Premio della Cecoslovacchia si disputò a Brno nel 1965; all’epoca la pista era di 13,94 km e si correva sulla strada della città. L’attuale circuito è diventato lo scenario del Gran Premio nel 1987 e fino al 1991 era il GP della Ceco Slovacchia. Nel 1992 non si corse a Brno e l’evento tornò a far parte del Motomondiale dal 1993 con il nome di Gran Premio della Repubblica Ceca.