Le statistiche relative al 2014 del mercato automobilistico sono ancora in fase di elaborazione ma qualcuno ha anticipato i tempi. La società di consulenza Focus2move ha eletto vincitore il gruppo Volkswagen in base ai 110 mercati di tutto il mondo presi in considerazione. Con 9.919.305 unità, il 5% in più rispetto al 2013, il colosso di Wolfsburg ha scavalcato il gruppo Toyota, che registra 9.818.609 auto vendute ma solo il 2,3% in più rispetto all’anno precedente che ha visto il costruttore giapponese leader assoluto.

Uno scarto di 100.696 veicoli (dai dati sono esclusi i mezzi pesanti) che permette al gruppo tedesco di raggiungere una quota di mercato dell’11,5% e di diventare il numero 1 al mondo: è la prima volta che una casa europea raggiunge questo primato dopo che per decenni è stato conteso tutto negli USA tra General Motors, Ford e Chrysler. La gigantesca crisi economica ha poi contribuito all’ascesa di Toyota, leader dal 2009. Fino al nuovo cambio di vertice. A premiare Volkswagen, secondo Fosus2move, la crescita di Audi (+9,3%) e Skoda (+10,2%) soprattutto nei mercati extra-europei come USA, America latina e Asia.

General Motors, nonostante l’addio di Chevrolet all’Europa e la bufera maxi-richiami, salva il terzo posto ma è in calo dello 0,2% rispetto ai 12 mesi precedenti con 8.017.844 veicoli venduti. La quarta piazza va all’alleanza Renault-Nissan con 7.947.606 unità vendute, in crescita del 2,7% nei confronti del 2013. Continua il gran momento del gruppo coreano Hyundai-Kia, stabile al quinto posto con 7 milioni 550.383 unità vendute: la crescita è del +4,1% sul 2013 con una quota pari all’8,7%. Sesta piazza per Ford Motor Company che con 5.912.591 auto (+1,2%) precede Fiat Chrysler Automobilies: il gruppo guidato da Marchionne ha totalizzato 4 milioni 558.007 veicoli facendo segnare una crescita del 5,8% e una quota mercato del 5,3%, (+0,2%).

Deciso balzo in avanti anche per Honda con 4.457.477 veicoli venduti (+4,6% ) e PSA Peugeot-Citroën con 3.148.030 (+5,8%). Consistente miglioramento anche per Suzuki, (10° con +6,1%), il Gruppo BMW (11° con un +7,5%) e Daimler-Mercedes (13° con +8,2%). Attenzione all’ascesa dei produttori cinesi come Saic, ChangAn e Baic (record con +33,5%). Complessivamente sono stati venduti a livello mondiale 86,5 milioni di veicoli, con un crescita di circa 2,5 milioni rispetto al 2013. Qui il report completo.

LEGGI ANCHE

Auto Polizia e Carabinieri: Volkswagen rimpiazza Fiat

Capodanno 2015: auguri di Fiat con “L’anno che verrà”

Carabinieri: è festa per i primi 200 anni

Immigrato trova 4 mila euro e li consegna ai Carabinieri

Veicoli Elettrici i-MIEV: accordo Mitsubishi Motors e Carabinieri