Citroen è presente ad Auto Moto d’Epoca di Padova con tre modelli che meglio hanno saputo e sanno interpretare il suo concetto di “auto senza pensieri”: Méhari, 2CV Soleil, C4 Cactus.

La Méhari è contraddistinta da un telaio semplice e funzionale, tanta fantasia ed un nuovo materiale, l’acrilonitrile butadiene stirene, più comunemente noto come ABS: questa la formula magica della Méhari, nome preso a prestito da una particolare razza di dromedari diffusa in Africa, Asia e persino in Australia.

Il papà della piccola Citroën di plastica si chiamava Roland de la Poype, nobile francese col pallino per le invenzioni. Un giorno decise di proporre a Citroën una carrozzeria in plastica per un veicolo polifunzionale. Citroën accettò il progetto e nacque la Méhari. Il successo fu immediato e travolgente e la produzione durò quasi vent’anni per circa 150.000 esemplari.

La 2CV è un’auto mitica della seconda metà del secolo scorso, nata come vettura piccola, economica e robusta, così come Pierre-Jules Boulanger, a capo di Citroën negli anni Trenta, sintetizzò ai suoi progettisti: “Voglio quattro ruote sotto ad un ombrello, capace di trasportare una coppia di contadini, cinquanta chili di patate ed un paniere di uova attraverso un campo arato. Senza rompere un uovo”.

Facile da personalizzare, una tavolozza su cui disegnare se stessi, i propri sogni, il proprio immaginario. Concepita nel 1982 e mai realizzata, 2CV Soleil è il sogno a colori di Serge Gevin che Citroën Italia ha concretizzato nel 2015 operando un restauro completo e assoluto, nel rispetto delle modalità di lavorazione delle serie speciali della 2CV, sulla base di una versione Club dell’82.
I valori di simpatia, allegria, funzionalità, semplicità, economicità di utilizzo alla base di 2CV e Méhari si ritrovano oggi nella C4 Cactus.

Fa a meno del superfluo, riducendo così peso e consumi, pur senza rinunciare a nulla di ciò che è essenziale per il benessere dei suoi occupanti. Lo testimoniano le tre innovazioni che la caratterizzano e che sono esclusiva mondiale: Airbump, Airbag passeggero integrato nel padiglione, tetto in vetro panoramico ad alta protezione termica.