Mentre continua la fase positiva delle vendite di automobili in tutto il continente (+6,9% in aprile), le auto Euro 5 si apprestano a dire addio all’Europa. Dal 1 settembre 2015, infatti, tutte le automobili nuove vendute nel Vecchio Continente dovranno rispettare la normativa antinquinamento Euro 6. La direttiva è diventata obbligatoria a settembre 2014 per quanto riguarda le nuove omologazioni mentre i costruttori hanno avuto circa un anno di tempo per procedere con l’aggiornamento di tutti i modelli a listino.

Come si legge nella pagina dedicata all’ambiente e all’inquinamento atmosferico dell’Unione europea, a decorrere dell’entrata in vigore delle norme Euro 5 ed Euro 6, gli Stati membri devono rifiutare il rilascio dell’omologazione, l’immatricolazione, la vendita e l’entrata in servizio dei veicoli che non rispettano i limiti di emissione prescritti. Una proroga di un anno è prevista per i veicoli destinati al trasporto merci (categoria N1, classi II e III, e categoria N2) e per i veicoli concepiti per rispondere a esigenze sociali specifiche. La norma Euro 6 sarà applicabile a partire dal 1 settembre 2014 per quanto riguarda il rilascio dell’omologazione e dal 1 settembre 2015 per quanto riguarda l’immatricolazione e la vendita dei nuovi tipi di veicoli.

L’Unione europea (UE) ha l’obiettivo di rafforzare i valori limite delle emissioni inquinanti applicabili ai veicoli stradali leggeri, in particolare per quanto riguarda le emissioni di particolato e di ossidi di azoto. Il regolamento comprende misure relative all’accesso all’informazione sui veicoli e i sui loro componenti e alla possibilità di incentivi finanziari. La normativa per le Euro 6 prevede limiti più stringenti per le emissioni di CO2 ma soprattutto va a ridimensionare gli ossidi di azoto, quei NOx particolarmente presenti nei diesel. Il loro valore dovrà passare dai 0.180 g/km degli Euro 5 ai 0.080 degli Euro 6. Oltre al filtro antiparticolato o Fap, i nuovi veicoli a gasolio Euro 6 hanno trappole per gli NOx oppure, per le motorizzazioni più grandi e generose, dei sistemi di trattamento che utilizzano un additivo a base di urea.

Già dal 2011 erano incominciate a entrare nei listini di vendita le prime vetture Euro 6, in particolare per alcune motorizzazioni e modelli di case come Audi, BMWMercedes. Tra 100 giorni tutte le case dovranno seguire la normativa.