Che al mondo delle auto elettriche servisse uno scossone era indubbio: le vendite sono limitate, lo scetticismo è ancora elevato e gli ostacoli alla produzione ed alla diffusione sono ancora notevoli.

Ecco, quindi, che Elon Musk, il creatore della Tesla, ha deciso di creare un piccolo terremoto nell’universo dei veicoli elettrici, pubblicando i brevetti delle sue auto, che, da questo momento, sono così open source e tutti possono ricopiarne le tecnologie liberamente e senza infrangere nessuna legge.

Secondo Musk, infatti, i brevetti rappresentano soltanto un ostacolo, che, se il mondo delle auto elettriche vuole crescere, deve superare rapidamente e collettivamente. Aprire, condividere e collaborare per far crescere un sistema, dunque, anche a costo di esporsi e di perdere parte della propria originalità. Una bella svolta per la ditta californiana, ma una svolta necessaria, se si pensa che, negli USA, le macchine elettriche attualmente vendute è pari al solo 1%.

Vedremo se Musk, ancora una volta, avrà avuto ragione, aprendo un altro capitolo della storia delle auto elettriche.

Per scoprire alcuni dei possibili effetti di quest’iniziativa, leggete l’articolo del nostro Federico Moretti, cliccando qui.

Per saperne di più, leggete l’articolo comparso su “Il fatto quotidiano”, cliccando qui.