Ha aperto i battenti Auto e Moto d’Epoca 2016 alla Fiera di Padova. La kermesse ha raggiunto il suo record: 16 marchi internazionali con gli ultimi modelli in anteprima, 4500 auto d’epoca in vendita, oltre 400 commercianti da tutt’Europa e altrettanti ricambisti specializzati.

Nel primo salone automobilistico in Italia e nel più grande mercato Classic d’Europa le case scelgono Auto e Moto d’Epoca per presentare i nuovi modelli al mercato Italiano. In anteprima nazionale la nuova C3 Citroën e l’ultimo nato della serie Discovery Land Rover, presentato in anteprima mondiale pochi giorni prima di Padova. A fianco la F-Type SVR di Jaguar, la più performante della serie e ancora non circolante in Italia. Protagonisti il Levante, il primo SUV di Maserati, la nuova Abarth 124 Spider, la R8 Spyder di Audi e la Giulia Alfa Romeo con pack lusso. Il marchio simbolo del lusso francese – DS – porta la nuova DS 5 Hybrid accanto alle sempre affascinanti DS 19 e DS 21 Prestige Chapron.

La tradizione di Mercedes nel Motorsport sarà celebrata dalla monoposto impegnata nel Mondiale F1 2016 alla racecar Mercedes-AMG GT3. Pagani porterà l’eccellenza delle sue supercar mentre Porsche esporrà, tra le altre, la nuova 718 Cayman. Tesla si presenta con i suoi modelli di punta, le elettriche di alta gamma Model S e Model X, mentre Volkswagen celebra i 40 anni della Golf GTI con il modello Clubsport realizzato per celebrare l’anniversario. Volvo ha in serbo un focus completo sulle vetture legate indelebilmente al suo immaginario: le station wagon dalla Duett alla nuova V90 con alcuni pezzi che hanno fatto la storia delle familiari in Italia come l’indimenticabile Polar.

Non manca Alfa Romeo che espone la “Timeless Elegance” della Collezione di Arese e Abarth con la storica Fiat 124 Abarth Gruppo 4 mentre Audi propone la D-TYPE sulla quale corse e vinse Tazio Nuvolari. Peugeot punta su due vetture d’eccezione: la trentennale 205 Cabrio e la 402 Eclipse che arriverà direttamente dal museo di Sochaux. Mercedes vere e proprie icone del Motorsport dalla mitica monoposto W196 alla 450 SLC ‘Bandama’; Porsche la 911 SC Safari che gareggiò nell’East African Safari Rally del 1978 con pochissime modifiche rispetto ai modelli di serie.

Protagoniste saranno anche le tre anime dell’Heritage Lamborghini, riunite in un unico, grande stand con il Museo Lamborghini, recentemente rinnovato, il Polo Storico Lamborghini e il Lamborghini Club Italia. Il Registro internazionale Touring Superleggera partecipa con due capolavori assoluti: la prima Ferrari Sport 166 MM Barchetta – la prima “vera” Ferrari che fece nascere il mito del Cavallino – e la prima Lamborghini di serie, la 350 GT. Le più belle Alfa Romeo, Lancia e Aston Martin DB4 – l’auto di James Bond – sono pure esposte per celebrare la presentazione del libro, edito da Fucina, che racconta 90 di stile internazionale.

Folta la presenza anche del settore moto: nei 1800 metri quadrati della galleria 78 e nel corridoio centrale del Padiglione 8, saranno esposte intere serie di Kawasaki, Honda, Triumph, Norton, Yamaha e Suzuki. Grande spazio anche alle maxi moto italiane degli anni ’60 e ’70 con un’importante collezione di Benelli a fianco di Ducati, Guzzi, Laverda. Proprio tra le Benelli figurerà un modello rarissimo che venne testato da Steve McQueen in persona. Tra le anteprime anche le introvabili moto d’anteguerra – soprattutto francesi – cercate in tutta Europa da due esperti ventennali di questo settore di nicchia: i fratelli torinesi Bretti.

La grande epoca delle moto artigianali italiane da competizione categoria 175 tornerà a risplendere con i modelli di Mondial, MV, Morini, Rumi che dettavano legge nelle gare degli anni ’50. Tra le fuoristrada il collezionista Paolo Torta ad aprire le danze con un’esposizione-retrospettiva delle storiche Maico al Padiglione 8. Presenti anche le altre protagoniste offroad: KTM le tre spagnole Montesa, Bultaco e Ossa e le grandi moto artigianali italiani: Ancillotti, Gori e TGM. Festeggia il 70esimo anniversario la Vespa Piaggio. A questo link potete trovare informazioni, biglietti, prezzi e orari di Auto e Moto d’Epoca 2016.