Le novità in ambito automotive non mancano mai e ora Ford ha dato vita al Wearable Experience Lab, un laboratorio di ricerca che studierà l’integrazione tra i dispositivi indossabili e i sistemi di assistenza alla guida.

L’obiettivo è quello di creare una piattaforma di comunicazione tra i sistemi indossabili ‘smart’ come orologi, occhiali e affini con i sistemi di bordo della vettura. Questo permetterebbe di tracciare l’attività fisica e monitorare lo stato di salute del conducente, per offrire un feedback in tempo reale sulle proprie condizioni, monitorando i livelli di stress o dell’attenzione.

La ricerca sui dispositivi indossabili è portata avanti nell’ambito dello Smart Mobility Plan, la strategia dell’Ovale Blu per trasformare l’esperienza di trasporto del domani grazie alle tecnologie di connettività, all’analisi degli scenari di mobilità e alle tecnologie ‘big data’

Smart watch, occhiali intelligenti e tracker per l’attività fisica sono sempre più diffusi, e vogliamo sviluppare applicazioni che si basino su questi dispositivi per elevare a nuovi livelli le funzioni di connettività dell’auto – ha commentato Gary Strumolo, global manager ricerca e innovazione per l’infotronica di bordo, di Fordla tecnologia indossabile integrata consente che i dati biometrici vengano monitorati continuamente e in maniera accurata. Implementando questi dati all’interno dei sistemi di assistenza alla guida, possiamo renderli ancora più precisi e sensibili, a tutto vantaggio della sicurezza”.

Ford Motor Companay e l’Henry Ford Health System hanno lanciato una sfida agli sviluppatori di app per la ricerca di soluzioni tecnologiche innovative per implementare la raccolta di dati biometrici in auto, utilizzando i dispositivi indossabili: “Il potenziale di questo campo è infinito – ha aggiunto Strumolo – stiamo valutando molti diversi dispositivi indossabili e tante diverse applicazioni per rendere sempre migliore l’esperienza dei nostri clienti”.