Un’alleanza industriale per rendere disponibili in tempi ridotti fonti di energia a zero emissioni per l’autotrazione: è il cuore dell’accordo stipulato oggi a Yokohama tra i gruppi Daimler, Ford e Nissan. La collaborazione è legata allo sviluppo di un comune veicolo elettrico alimentato a celle di combustibile basate sull’idrogeno (la sigla tecnica è Fcev, Fuel Cell Electric Vehicle). L’investimento verrà ripartito in parti uguali fra le tre case automobilistiche.

L’obiettivo è accelerare l’introduzione di questa tecnologia sul mercato di massa e contemporaneamente ridurne i costi di sviluppo attraverso economie di scala. Il progetto prevede di lanciare un simile veicolo entro il 2017.

Complessivamente, Daimler Mercedes-Benz, Ford e Nissan hanno percorso più di 10 milioni di chilometri in test con veicoli Fcev. L’accordo prevede lo sviluppo di un comune sistema propulsivo a celle di combustibile. Ogni compagnia poi lo monterà su veicoli indipendenti (nella foto, da sinistra: Raj Nair, vicepresidente prodotto Ford, Thomas Weber, dirigente ricerca Daimler e Mitsuhiko Yamashita, vicepresidente esecutivo Nissan).

Pochi giorni fa un accordo simile è stato stretto fra i gruppi Bmw e Toyota. Anche la Hyundai sta testando un prototipo Fcev.