LA CLASSIFICA PILOTI E COSTRUTTORI

L’ORDINE D’ARRIVO DEL GP DI AUSTIN

IL REPORT DEL GP DI AUSTIN!

BANDIERA A SCACCHI! Straordinaria cavalcata solitaria di Marquez davanti a Pedrosa. Con brivido finale per il campione del mondo che ha rischiato di uscire di pista. PODIO PER DOVIZIOSO, il primo con Ducati. Seguono Bradl, Smith, Pol Espargaro, Iannone, Rossi, Aleix Espargaro e Lorenzo.

20-21: Dovizioso ringrazia e piazza l’allungo – forse decisivo – per il podio. Ultimo giro. Caduto Scott Redding.

19-21: Gran duello tra Bradl e Smith con il tedesco che si riprende la posizione.

18-21: Smith scavalca Iannone che ora è sesto. Arrembante l’inglese che sta puntando Bradl.

17-21: Sospetta frattura alla mano per Crutchlow mentre la bagarre per il podio si scatena.

16-21: Il tedesco non molla e si riporta sotto la Ducati.

15-21: Dovizioso allunga su Bradl mentre davanti le Honda sono ormai a un passo della doppietta

14-21: Che lotta tra Dovi e il pilota del team LCR. La Ducati assapora il ritorno sul podio!

13-21: Bradl e Dovizioso scavalcano Iannone. Grande lotta per il terzo posto!

12-21: Iannone minacciato da Bradl, mentre Rossi ormai è ottavo.

11-21: Lorenzo attualmente è al 14° posto. Davanti Marquez aumenta il suo vantaggio su Pedrosa.

10-21: Scivolata di Cal Crutchlow e rischio di bandiera rossa!

9-21:  Iannone mantiene un paio di secondi di vantaggio su Bradl mentre le Yamaha Tech3 scavalcano Rossi.

8-21: Esce di scena Bautista mentre Rossi viene passato anche da Dovizioso. Problemi per il Dottore che ora viene attaccato da Espargaro e Smith.

7-21: Bradl infila Rossi ed è quarto. Crutchlow, intanto, torna ai box e cambia la moto. Diversi problemi per ‘The Dog’.

6-21: Pedrosa resta in scia a Marquez mentre Crutchlow ha perso diverse posizioni. Lorenzo inizia a recuperare ed è 17esimo ma gira più lento del suo compagno.

5-21: Rossi mette nel mirino Iannone che resta comunque autore di una grande gara finora. Sorpasso del pesarese che va largo e Iannone conserva la posizione.

4-21: Marquez vola come da copione e mette un secondo tra lui e Pedrosa. Dietro al catalano c’è Iannone a tre secondi ma su di lui è già arrivato Rossi, in vena di remuntada.

3-21: il Dottore scavalca Bradl e punta ora la Ducati di Crutchlow. Anche la rossa viene sverniciata da VR46 che ora va a caccia di Iannone.

2-21: Rossi scavalca Dovizioso e si piazza al sesto posto

1-21: Lorenzo va subito ai box e rientra all’ultimo posto! Davanti c’è Marquez, poi Pedrosa, un grande Iannone che è terzo. Seguono Crutchlow, Bradl, Dovizioso e Rossi!

PARTENZA! LORENZO PARTE IN ANTICIPO! Errore clamoroso del maiorchino che ora dovrà scontare un ride-through! Gara compromessa per lui!

Partito il giro di ricognizione. Solo Marquez ha scelto la gomma dura al posteriore!

Temperatura più fresca ad Austin rispetto alle qualifiche. Qualche goccia è scesa durante la Moto2. Nel warm-up il più veloce è stato Marquez che ha staccato di tre decimi Pedrosa.

IL GRAN PREMIO DI AUSTIN IN DIRETTA STREAMING

Niente LIVE in grande stile oggi: dopo la tragica scomparsa di Emanuele Cassani a Misano è doveroso tenere un profilo più basso del solito!

Qualche numero:
250 – La vittoria di Marc Marquez in Qatar è stata la 250ª della Honda nella classe regina. Honda è il primo costruttore a raggiungere questo traguardo; a seguire c’è la Yamaha a quota 201.

8 – Le ultime otto gare della MotoGP negli Stati Uniti sono state tutte vinte solo da piloti Honda. L’ ultimo vincitore non-Honda negli USA è stato Jorge Lorenzo, in quel di Laguna Seca 2010.

6 – Il giorno della gara di Austin, saranno esattamente sei anni dalla prima vittoria in MotoGP di Jorge Lorenzo, risalente al GP del Portogallo nel 2008.

L’uomo da battere è ovviamente Marc Marquez, autore della pole (QUI IL REPORT). Per capirlo basta guardare un occhio a questi dati:
Fastest Lap 2013 Marc MARQUEZ (SPA) 2’03.021 161.3 Km/h
Circuit Record 2013 Marc MARQUEZ (SPA) 2’04.242 159.7 Km/h
Best Pole 2013 Marc MARQUEZ (SPA) 2’03.021 161.3 Km/h
Top Speed 2013 Marc MARQUEZ (SPA) 341.6 Km/h

Qualche informazione sul circuito
Il Circuit Of The Americas è il primo circuito costruito appositamente negli Stati Unti d’America vicino ad Austin, Texas. Ha una capacità di 120.000 tifosi. Tra le sue caratteristiche una salita di 41 metri di dislivello con un’impressionante pendenza al termine del rettilineo principale seguita da una curva a sinistra. Il circuito è uno dei più completi a livello di layout del campionato e raccoglie varie caratteristiche di molti tracciati in giro per il mondo. È stato disegnato dal famoso architetto tedesco Hermann Tilke. La direzione di guida è antioraria e conta con un totale di 20 curve.

Lunghezza: 5.513 m
Larghezza: 15m
Curve a sinistra: 11
Curve a destra: 9
Il rettilineo più lungo: 1.200 m
Costruito: 2012
Lunghezza gara: 21 giri
Distanza totale: 115.8 km

E’ scattato il conto alla rovescia per il secondo Gran Premio della stagione della MotoGP in programma sul tracciato di Austin, in Texas. Per la prima volta la gara sarà visibile in esclusiva solo su Sky o in streaming ma Leonardo.it ve la racconterà in diretta giro per giro. Restate con noi!

Paolo Sperati su @Twitter e @Facebook

LEGGI ANCHE

Colin Edwards appende il casco al chiodo dopo 22 anni di carriera

Laureus World Sports Awards 2014: trionfo dei motori con Vettel e Marquez

Ascolti MotoGP 2014: le due ruote battono Serie A, Clasico…e F1

MotoGP Qatar 2014: Rossi “Da 10 anni non mi divertivo così”

MotoGP Qatar 2014: top e flop del Gran Premio di Losail