La storia dell’Audi nasce grazie ad August Horch, un ingegnere tedesco che, dopo essere stato escluso dalla prima società automobilistica creata, si mette in proprio, fondando l’Audi (nome che rappresenta la traduzione in latino di Horsch, appunto).

La prima Audi è la Typ A e viene presentata nel 1910; questa, insieme alla Typ C, ottiene subito un grande successo, che è aumentato dalle numerose vittorie sportive.

Il primo dopoguerra rappresenta un momento molto difficile per l’Audi, che, dopo una serie di insuccessi, è costretta a dichiarare bancarotta nel 1927, per essere poi riacquisita nel 1932 dall’Auto Union.

Seguono anni complicati, peggiorati dallo scoppio della Seconda Guerra Mondiale.

La rinascita della casa automobilistica si deve alla Volkswagen, che, nel 1965, rileva il gruppo Auto Union, dando nuova linfa vitale all’Audi.

Tra il 1968 ed il 1972 vengono lanciati due modelli di grande successo, come la 100, l’80 e la 50.

Nel 1980, viene presentata la Quattro, una coupè a trazione integrale, che, nel 1984, conquista quattro Mondiali Rally.

Grazie alle molteplici innovazioni, l’Audi sfida la concorrenza, offrendo una gamma sempre più completa di modelli, che ottengono grande prestigio e successo a livello internazionale.

Per avere maggiori informazioni sulla storia dell’Audi, potete consultare quest’articolo, cliccando qui.