A volte ritornano e anche alla grande come i nuovi modelli di punta della gamma A1 e sono la Audi S1 e la S1 Sportback ( saranno in vendita nel secondo trimestre del 2014).
Proprio negli anni ’80 la Audi S1 aveva conquistato una fama leggendaria: era l’auto con cui la Audi aveva dominato il Campionato Mondiale di Rally. Oggi offre e conferma le qualità di una vera sportiva: garantisce elevate prestazioni, precisione di guida e la trazione integrale permette di scaricare la potenza sull’asfalto in un modo più efficace. Potente e cattivissima: il nuovo 2.0 TFSI eroga 231 CV (170 kW) di potenza e sviluppa una coppia di 370 Nm; la trazione integrale permanente quattro e il telaio ampiamente rielaborato scaricano tutta la potenza sull’asfalto in modo magistrale.
Il due litri accelera la Audi S1 e la S1 Sportback da 0 a 100 km/h rispettivamente in 5,8 e 5,9 secondi. La velocità massima è di 250 km/h. In media il TFSI,dalle sonorità sportive, consuma 7,0 litri di carburante ogni 100 chilometri.
Come tutte le Audi S, anche la S1 e la S1 Sportback hanno trazione integrale permanente quattro.
Tecnicamente : il cuore del sistema è costituito da una frizione idraulica a lamelle montata sull’asse posteriore, l’apposito software di regolazione è calibrato in modo decisamente dinamico. Il bloccaggio trasversale elettronico con “torque vectoring” perfezionato è una delle funzioni del controllo di stabilizzazione ESC. È disattivabile in due livelli e coadiuva la frizione a lamelle frenando in modo calibrato le ruote interne alla curva: l’interazione dei due sistemi rende l’handling estremamente agile, preciso e stabile.

Sofisticato è il telaio dei due modelli sportivi come anche il servosterzo 
elettromeccanico, setup sportivamente rigido e il
 sistema di regolazione della dinamica di marcia “Audi drive select” permette di modificare 
la modalità di funzionamento del motore, del climatizzatore automatico e degli 
ammortizzatori regolabili (di serie).
Inoltre a richiesta sono
 disponibili per le ruote anteriori pinze freno rosse con logo S1.
Osserviamola da fuori: i due modelli sportivi
 montano di serie cerchi da 17 pollici con pneumatici in misura 215/40 R17 (disponibili anche cerchi da 18 pollici con pneumatici di dimensione 225/35 R18).
 Nuovi i fari xeno plus c e anche i gruppi ottici
 posteriori in tecnologia LED, come si aggiungono nuovi colori carrozzeria.
Il pacchetto quattro per gli
 esterni rende il look più accattivante, grazie anche al grande spoiler al tetto, un particolare che piace a molti. Il ricco equipaggiamento di serie può essere ulteriormente ampliato con elementi a richiesta
: la chiave comfort, il sistema di navigazione MMI plus, con monitor a colori estraibile
 o il Bose Surround System.
E poi sempre connessi con il modulo Audi connect con telefono veicolare che permette di 
accedere a Internet: grazie all’hotspot WLAN i passeggeri possono navigare e accedere 
alla posta elettronica dai loro dispositivi mobili, mentre il guidatore può usufruire
direttamente di appositi servizi di Audi connect.
Insomma non manca proprio nulla… forse solo il prezzo, ma possiamo ben immaginarlo per la qualità e la potenza.

LINK UTILI

Salone di Ginevra 2014: Audi S4 Avant in anteprima mondiale