Il mondo dell’auto non si ferma mai, e così, l’Audi, dopo aver mostrato al Salone di Ginevra il nuovo SUV di piccole dimensioni, adesso sta lavorando sodo sulla nuova generazione della Q5, che gira al Nurburgring con tutte le camuffature del caso.

L’auto in questione dovrebbe, il condizionale è d’obbligo, essere presentata durante il prossimo Salone di Parigi, nel mese di ottobre. Sotto il cofano potrebbero esserci un motore a benzina da 2 litri TSI, capace di erogare 252 CV e 370 Nm, affiancato ad un’unità a gasolio 2.0 TDI da 190 CV.

Chiaramente, non dovrebbe mancare un V6 3 litri diesel, magari deputato a spingere la SQ5. Mentre, la ciliegina sulla torta potrebbe essere una power unit ibrida plug-in, combinazione con un motore TDI, capace di percorrere circa 50 km in modalità elettrica.

Sotto pelle, dovrebbe esserci il pianale modulare MQB, e potrebbero trovare posto anche delle sospensioni che potrebbero ricevere alcuni elementi dalla cugina con la Cavallina di Stoccarda sul cofano, ovvero la Porsche Macan.

Chiaramente, il corpo vettura andrebbe a ricevere degli ammodernamenti per rendere l’aspetto della nuova Q5 in linea con le tendenze stilistiche dei Quattro Anelli degli ultimi tempi. In pratica, potrebbero esserci delle superfici nette che andrebbero ad intersecarsi con altre più levigate per creare un piacevole contrasto.

Mentre il frontale andrebbe a giovarsi di una nuova griglia esagonale che si troverebbe ad essere incastonata da nuovi gruppi ottici a LED, che, soprattutto in Audi, mirano a donare al frontale e ad ogni vettura un aspetto particolare, differente da tutti gli altri.

Di sicuro, la sicurezza sarà curata ai massimi livelli, con tutti gli ultimi ritrovati in materia, mentre non mancherà la trazione integrale Quattro che potrebbe trovare posto su tutte le future Q5. Ancora top secret il prezzo del futuro SUV Audi che, comunque, dovrebbe crescere rispetto al modello attuale.