Audi ha recentemente presentato l’ottava generazione della propria berlina di successo, l’Audi A6 introducendo numerose innovazioni nel segmento. Si tratta di un modello che nel recente passato di Audi ha rappresentato un caposaldo della propria produzione, una vettura capace di coniugare alla perfezione la classe, l’eleganza con la sportività e la dinamicità del Marchio di Ingolstadt. Questo nuovo modello si distingue per un design dinamico e curato, che si fa apprezzare per digitalizzazione, comfort e spirito sportivo. Sicuramente apprezzabile è il sistema MMI touch response che permette un azionamento dei comandi intuitivo e ampiamente personalizzabile. La digitalizzazione dell’abitacolo e l’intrattenimento multimediale a bordo di un veicolo è un prerogativa fondamentale oggi e l’Audi A6 risponde alle esigenze dei clienti più sofisticati.

Tutti i motori adottati dalla nuova A6 sono dotati della tecnologia mild-hybrid Audi. Nel caso dei V6 viene impiegata una rete di bordo principale a 48 Volt, mentre nel caso dei 4 cilindri il sistema è a 12 3 Volt. Comune a tutte le motorizzazioni è l’alternatore-starter azionato a cinghia (RSG) che opera congiuntamente a una batteria agli ioni di litio. Audi A6 può “veleggiare”, ossia avanzare per inerzia, a velocità comprese tra 55 e 160 km/h. A disposizione ci sono anche motori più convenzionali, ma certamente emozionanti quali: un’unità TFSI e tre propulsori TDI con potenze da 204 a 340 CV e coppia da 400 a 620 Nm. Il propulsore a benzina è un 3.0 TFSI turbo V6 da 340 CV e 500 Nm di coppia che fornisce prestazioni in grado di muovere la A6 da  da 0 a 100 km/h in 5,1 secondi e di raggiungere una velocità massima limitata elettronicamente a 250 km/h. I motori Diesel V6 vengono proposti con un cambio tiptronic a otto rapporti, mentre il 3.0 TFSI e il 2.0 TDI sono abbinati a una trasmissione S tronic a sette rapporti.

Nuova Audi A6 è caratterizzata da una sportività superiore al modello precedente, frutto delle innovative soluzioni d’assetto. Il rapporto di trasmissione dello sterzo progressivo, di serie, diviene ancor più diretto con l’aumentare dell’angolo di sterzata, mentre un’inedita taratura degli ammortizzatori consente da un lato di compensare qualsiasi imperfezione dell’asfalto, dall’altro di trasmettere un feedback preciso. La nuova Audi A6 dimostra di essere un veicolo tecnologico ma che non si dimentica di regalare emozioni.