Come tutti i modelli anche l’Audi A3 cambierà per rimanere al passo con i tempi, e il debutto per la nuova generazione è fissato entro il 2019. Ma la notizia è che potrebbe non essere più riproposta la variante a 3 porte, quella più sportiva, mentre le versioni 5 porte e sedan rimarranno in produzione.

Un’eventualità che non deve stupire più di tanto, visto che già alcune concorrenti hanno tolto dal mercato le versioni a 3 porte rinnovandosi; infatti sia la Opel Astra che la Renault Megane hanno visto sparire le rispettive varianti sportiveggianti. Inoltre, l’A3 3 porte è stata poco richiesta e quindi non giustificherebbe un nuovo investimento per il modello successivo.

Come se non bastasse, sembra che nei piani della Casa di Ingolstadt ci sia una variante più grande della A3, una sorta di wagon capace di offrire più centimetri all’interno dell’abitacolo e più litri nel bagagliaio. Quindi un’evoluzione che guarda più il mondo dei crossover che quello delle compatte sportive, e che abbraccia le richieste di un mercato sempre più alla ricerca di auto spaziose.

Certo, che ne è passato di tempo dalla prima Audi A3, rigorosamente a 3 porte, che poi divenne anche 5 porte e, nella seconda generazione, sportback con una carrozzeria nettamente differente tra la 3 porte e la 5 porte.

Un’evoluzione che poi, nella generazione successiva, ha visto l’avvento della sedan, e che quindi nella prossima potrebbe vedere l’uscita dalla gamma della variante che ha dato vita al primo modello. Anche perché sono già 2 generazioni che la versione più spinta, la RS3, è disponibile con la carrozzeria a 5 porte, a sottolineare che Audi pone al centro dell’attenzione questa configurazione di carrozzeria.