La Audi presenta la seconda generazione della più piccola della sua famiglia la A1. Essa continua a condividere la meccanica con le sorelle Volkswagen Polo, Seat Ibiza e Skoda Fabia. Tra queste quattro il ruolo della premium spetta proprio alla piccola di Ingolstadt che presenta tantissime novità rispetto alla versione precedente. La nuova Audi A1 cresce nelle dimensioni e diventa più versatile. Diventa anche più sportiva, rinunciando però alle 3 porte e ai motori diesel. Infatti la gamma di motori della A1 sarà tutta a turbocompressa a benzina. Abbiamo detto che la A1 cresce nelle dimensioni, a beneficio dello spazio interno che si traduce in una maggiore abitabilità, soprattutto per i passeggeri posteriori, che sulla versione attuale erano un po’ sacrificati. Anche il bagaglio diventa più capiente: 335 litri contro i 270 di oggi.

Abbiamo parlato poc’anzi della gamma motori, che nel dettaglio è così composta: tutti a benzina turbo e con filtro antiparticolato, è costituita dai tre cilindri delle 25 e 30 TFSI rispettivamente da 95 e 115 cavalli, e dai quattro cilindri della 35 TFSI da 151 cavalli e 40 TFSI da 200. All’interno dell’abitacolo si susseguono alcuni cambiamenti, addio alle bocchette rotonde, sostituite dalla meno originale forma rettangolare. Il vantaggio però è di avere una plancia molto contemporanea che, nelle versioni al top, ripropone in piccolo lo stesso layout delle sorelle maggiori. Tre le configurazioni del sistema multimediale MMI: base, con la sola radio gestita dai comandi riportati al volante e tramite le info che compaiono nello schermo digitale del quadro strumenti; MMI Plus, con schermo touch da 8,8 pollici; infine, MMI Navigation plus, con schermo da 10,1 pollici, che dà anche accesso ai servizi online Audi connect, i quali tra l’altro offrono informazioni su traffico e parcheggi e consentono di navigare con Google earth e Street view.

La macchina arriverà a novembre nelle concessionarie italiane anche se sarà ordinabile già dall’estate. Il prezzo di partenza dovrebbe aggirarsi intorno ai 20mila euro.