L’Italia intraprendente crede nelle auto, nella velocità e nelle supercar: non deve essere altrimenti, se un gruppo di investitori del bel paese ha acquistato il Brand ATS con l’intenzione di rilanciarlo nell’automobilismo di nicchia.

Infatti, nella manifestazione del Valentino, la Torino Design ha conquistato tutti i visitatori mediante un concept dalle linee filanti ed innovative, denominato Wild Twelve. Ebbene, proprio questo prototipo, sarebbe un primo studio del modello destinato a far risorgere il Marchio ATS.

L’aspetto più interessante è senza dubbio la parte meccanica, visto che la struttura di base ed il propulsore sono quelli della mitica Bugatti EB110, con il dodici cilindri, opportunamente aggiornato per adeguarlo ai parametri d’omologazione attuale.

Unito a 2 motori elettrici, questo V12 3.8 biturbo diventa un ibrido plug-in in grado di far raggiungere alla vettura una velocità massima di ben 390 km/h. Merito dell’aerodinamica filante, ma anche del peso ridotto a soli 1.450 kg, ottenuto mediante una carrozzeria in fibra di carbonio.

Al momento, non sono stati completati gli interni, visto che il primo concept realmente funzionante dovrebbe arrivare verso la fine dell’anno. Una volta definito ogni particolare, la produzione di questa supercar dovrebbe essere limitata a 30 esemplari.

Comunque, è interessante notare come la cordata d’imprenditori intenda costruire anche una vettura da corsa e, in un prossimo futuro, anche un crossover, un genere sempre più richiesto dal mercato, e realizzato anche dai costruttori più blasonati.

Insomma, una bella sfida, in un periodo economico decisamente poco florido, che riprende un progetto apprezzato da molti, come quello della Bugatti EB110, lo rivisita in chiave moderna, e lo ripropone al mondo particolare degli automobilisti che amano distinguersi senza badare a spese.

Chissà se la Wild Twelve riuscirà a ritagliarsi un suo spazio e battagliare tra nomi altisonanti come Pagani e la stessa Bugatti, finita in mano al Gruppo Volkswagen e adesso pronta a lanciare la nuova Veyron.