L’Aston Martin Vantage GT12 Roadster è stata svelata al Goodwood Festival of Speed 2016. L’annuncio e la presentazione a sorpresa avviene a poco tempo di distanza della messa in produzione, in serie limitata, della Aston Martin Vanquish Zagato protagonista a maggio al Concorso d’Eleganza Villa d’Este.

La nuova spider biposto del marchio di Gaydon è invece un esemplare unico e interamente sviluppato con la collaborazione di Aston Martin Advanced Operations, che nel suo curriculum ha già firmato esemplari come One-77, GT12 e Vulcan, e da Q by Aston Martin, un programma di personalizzazione che si muove su misura e solo su richiesta del singolo cliente partendo da uno dei modelli in gamma. La base di partenza della Aston Martin Vantage GT12 Roadster è la Vantage GT12, che vanta solo 100 esemplari in circolazione e già alleggerita rispetto alla Vantage S (150 kg in meno).

La nuova vettura ha richiesto nove mesi di lavoro per intervenire sulla vettura, sull’abitacolo e sull’assetto con le sospensioni sottoposte a una nuova taratura. Esteticamente presenta una tinta carrozzeria grigia su misura e l’impiego notevole di fibra di carbonio per raffinare l’aerodinamica. La personalizzazione ha riguardato ovviamente anche gli interni con soluzioni ad hoc. Nessuna novità, invece, sotto il cofano: confermato il V12 da 6 litri con la potenza che sale da 573 a 600 CV grazie a nuovi collettori di aspirazione in magnesio e a un impianto di scarico completo in titanio. Il motore si abbina a un cambio automatico “Sportshift III” a sette rapporti con palette al volante.

L’Aston Martin Vantage GT12 Roadster è stata svelata al Goodwood Festival of Speed 2016 dove posava insieme alle nuove DB11, Vantage GT8 e alla hypercar Vulcan. Prestazioni e dati su strada, al momento, sconosciuti.