L’Aston Martin RapidE inizierà a essere prodotta nel 2018. Il brand di lusso inglese ha comunicato di aver stretto a Francoforte un’alleanza con LeEco, un’azienda cinese che si sta espandendo nel campo dell’elettronica di consumo e che, come molti altri colossi (Google e Apple su tutti), guarda al settore automotive per diversificare il proprio business. Obiettivo costruire insieme ad Aston Martin l’elettrica di serie basata proprio sul concept RapidE.

Lo scorso ottobre il brand britannico aveva presentato una concept car, la Aston Martin RapidE, totalmente elettrica derivata dalla Rapide S. L’esposizione era stata programmata per la visita del principe William, Duca di Cambridge, Catherine, Duchessa di Cambridge e il presidente della Repubblica Popolare Cinese, Xi Jinping, nella sede di Lancaster.

La RapidE è equipaggiata con due powetrain, una da 550 CV e una da 800 CV per un’autonomia che si annuncia di almeno 320 km. Pochi i dati ufficiali disponibili ma quel che è certo è che la Aston Martin RapidE utilizzerà i sistemi connessi sviluppati da LeEco, il cui fondatore è il miliardario Jia Yueting che è anche finanziatore di Faraday Future, azienda statunitense che punta allo sviluppo di veicoli elettrici intelligenti e a soluzioni per la mobilità.

Un intreccio interessante confermato anche dall’accordo tra Andy Palmer, CEO di Aston Martin, e Ding Lei, cofondatore di See Plan (divisione automotive di LeEco): nel memorandum di intesa si parla di un lavoro comune per costruire la RapidE e sviluppare “altri veicoli elettrici connessi per conto di Aston Martin, LeEco e Faraday Future” che potrebbero essere lanciati entro il 2020.

Vista la gamma basata sui potenti (e inquinanti) V8 e V12, la realizzazione della Aston Martin RapidE si renderebbe fondamentale per bilanciare le emissioni della gamma per rientrare nelle normative europee ma l’obiettivo finale della joint venture potrebbe essere ben più ambizioso: fare concorrenza a Tesla anche se per farlo seriamente dovrà rivedere l’idea iniziale sul prezzo. Secondo Palmer la Aston Martin RapidE potrebbe costare circa 200-250.000 dollari, ben al di sopra del top di gamma della Tesla Model S, che si aggira intorno ai 130.000 dollari.