Si avvicina ormai inesorabile il tempo della pensione per la Aston Martin DBS, la cui erede è attesa per i primi mesi del 2013, che prima di dire “addio” si presenta nella speciale versione “Ultimate”, limitata a 100 esemplari e ricca di contenuti esclusivi.
Disponibile sia in versione coupè sia in versione cabrio, l’Aston Martin DBS Ultimate monta lo stesso motore della versione di serie, ovvero il V12 di 6 litri da 517 CV, abbinato a scelta o a un cambio manuale 6 marce o all’automatico 6 rapporti.

Nessun cambiamento meccanico quindi, ma tante piccole “chicche” estetiche sia fuori sia dentro, tra le quali spiccano i nuovi particolari in fibra di carbonio. Tale materiale è utilizzato per i gusci degli specchietti retrovisori e per diffusore e spoiler posteriori. Altre particolarità sono rappresentate dagli scarichi in Zircotec, dai nuovi cerchi in lega diamantati e dalle pinze freno disponibili in 3 diverse colorazioni: giallo, rosso o nero.

L’abitacolo è il solito tripudio di pelle (anche per i paddle al volante) cucita a mano con disegno romboidale, cui si abbiano particolari in alcantara e carbonio. Non mancherà poi la classica targhetta identificativa, vero “must” per le auto a tiratura limitata.