Arriverà nel 2013 la nuova versione dell’Aston Martin DB9 e le novità saranno decisamente tante e importanti. La piattaforma rimarrà l’attuale VH, alla quale verranno apportate sostanziali modifiche per aumentarne la rigidità, cercando però di ridurne il peso. Compito certo non facile e per il quale i tecnici di Gaydon stanno lavorando duro.

Esteticamente poco cambierà rispetto alla generazione attuale e verranno mantenuti tutti i classici tratti distintivi Aston Martin, aggiungendo però qualche novità “presa in prestito” dall’esclusivissima (e cattivissima) One-77: passaruota allargati e appendici aerodinamiche più “spinte”. Non mancheranno certo luci con diodi LED. Sotto il cofano scalpiteranno i 476 CV del V12 di 6 litri, i cui consumi ed emissioni saranno sensibilmente ridotti.

Per quanto riguarda l’abitacolo non si hanno notizie di grandi rivoluzioni, ma solo di lievi affinamenti per renderlo ancora più elegante ed accogliente. Ci aspettiamo quindi pelle a profusione e tutti quei piccoli e grandi dettagli che rendono le Aston Martin veri salotti su ruote.