In Florida è andata in scena l’asta di auto d’epoca di Sotheby’s a Ford Lauderdale, e come indica la tendenza dell’ultimo periodo, moltissime vetture protagoniste vengono dal Bel Paese. L’Italia delle quattro ruote convince anche nel settore delle vetture d’epoca, e negli Stati Uniti si sono messi in risalto modelli quali l’Autobianchi Bianchina e la Fiat 600. Un tempo utilitarie sfruttate e un po’ snobbate, adesso vetture rivalutate e apprezzate che ben si sono difese in mezzo ai colossi del lusso come le varie Ferrari, Porsche e Mercedes che fanno sempre da padrone in queste occasioni.

La macchina che nel grande schermo fu dal ragionier Ugo Fantozzi, l’Autobianchi Bianchina, all’asta di Sotheby’s si è mostrata con l’abito da convertibile e mostrava bene le sue forme, nonostante la carta d’identità indicasse l’anno di nascita nel lontano 1959. La valutazione della piccola italiana è stata compresa fra 20.000 e 30.000 dollari. Ha suscitato scalpore la presenza di una Fiat 600 camuffata in versione 850 Abarth che ha avuto comunque un’ottima valutazione di 28.000 dollari, nonostante la palese non originalità. Tra le sportive italiane ha attirato l’attenzione la Abarth Monomille Scorpione rossa del 1962 che ha avuto un quotazione di 120.000 dollari. Curiosa anche la presenza di una Lancia Beta Spider Zagato del 1981, un’auto che ha avuto davvero poca fortuna nella sua storia ma che adesso è pronta ad una nuova vita; la sua valutazione è stata di 20.000 dollari. Tra le “non Ferrari” presente anche una Maserati Ghibli 4.7 carrozzata Ghia del 1972, che ha avuto una stima di 120.000 dollari. La truppa del Cavallino invece ha variato tra modelli meno recenti, alle ultime creazioni compresa una F430 Challenge Art Car decorata (acrilico su pellicola) dal britannico Ben Levy ed esposta al Miami Art Basel del 2015. Valutazione complessiva di 160.000 dollari.

Il mercato delle auto d’epoca sta incrementando sempre più il suo bacino e le quotazioni delle auto storiche salgono, specialmente quelle provenienti dalla Vecchia Italia.