Dopo le indiscrezioni sul passaggio di Valentino Rossi alla Yamaha, visto che in molti avevano visto il pilota uscire sorridente dalla roccaforte della squadra giapponese, ci si aspettava soltanto l’ufficializzazione della notizia. 

Non una parola da parte di Valentino Rossi, non una parola da parte della Yamaha che nel frattempo hanno siglato un accordo che dovrebbe prevedere la permanenza del campione di Tavullia per due anni in motogp accanto a Lorenzo per poi effettuare il passaggio in Superbike.

L’ufficializzazione è arrivata direttamente dalla Ducati il 10 agosto con un comunicato carico di amarezza. Il 19 agosto si torna in pista, ad Indianapolis ma prima di quell’appuntamento la Ducati comunica che alla fine del Campionato si concluderà la collaborazione con Rossi.

Non mancano gli auguri a Rossi che secondo lo staff Ducati è comunque in una fase di crescita nel finale di stagione. Poi la dichiarazione d’intenti della squadra di Borgo Panigale:

Le corse fanno parte del DNA Ducati da sempre e, mai come in questo momento, sono parte integrante dello sviluppo del prodotto e del brand di Borgo Panigale, tutto questo  in completo accordo con AUDI che condivide la linea strategica dell’azienda legata ad un impegno sempre più concreto e importante nelle competizioni.
Ducati, dopo aver recentemente rinnovato l’accordo con il pilota americano Nicky Hayden, sta completando la definizione della squadra che gareggerà nel Campionato del Mondo 2013, certi di poter contare su team e moto in grado di competere e misurarsi ai massimi livelli.