Aprilia ha rinnovato il suo scooter campione d’incassi, lo Scarabeo, che fin dagli inizi del 2000 aveva invaso il mondo dei giovani scooteristi.

Piccoli grandi cambiamenti sono stati apportati dalla casa di Noale. Si parte innanzi tutto dall’estetica in particolare nella forma dei nuovi disegni dei fanali. La sella sembra pià ampia poiché è stata divisa in due parti verso la parte posteriore. Il parabrezza, finalmente, non è più considerato un accessorio, ma un oggetto di serie.

La pedana piatta, mentre e la strumentazione è minimale ma efficace tra l’analogico ed il digitale.

Entrambe le versioni del nuovo Scarabeo sono equipaggiate con un motore monocilindrico raffreddato a liquido. Il 125 è di 14,3 CV a 9.750 giri/min, mentre il 200 di 19 CV a 9.000 giri/m.

Presenti due differenti possibilità tramite una centralina: Eco e Sport.

La prima riduce i consumi, mentre la seconda offre sprint e prestazioni sportive. Per quanto riguarda invece la ciclistica troviamo un telaio in tubi d’acciaio, con forcella.

Al posteriore invece ci sono due ammortizzatori regolabili a molla su quattro posizioni. I freni sono invece a disco da 260 mm all’anteriore e da 220 mm al posteriore Sei le colorazioni disponibili: nero, bianco, argento, blu, rosa e rosso.