Il calendario della Formula 1, dall’anno prossimo, potrebbe arricchirsi di una serie di nuovi appuntamenti. Si potrebbe arrivare addirittura a disputare venti gran premi ma per il momento mancano dei circuiti e sembra che Ecclestone sia interessato a fare qualcosa in Sud Africa, in Messico e in Austria

La Formula 1 ha sempre problemi di budget, in tempi di crisi questi problemi si acuiscono, ma anziché ridurre il tenore dell’automobilismo internazionale, si pensa ai progetti futuri.

Dall’anno prossimo, se ogni proposta viene discussa ed approvata, piloti e scuderie dovranno prepararsi ad un surplus di lavoro, dovranno avere energie e soldi per affrontare 20 gran premi in un anno.

Ma dove si correranno questi nuovi gran premi? Le prima indiscrezioni dicono che Ecclestone è interessato ad aprirsi al Messico che sta facendo molto per il Circus (si veda il talento e lo spettacolo offerti da Perez e dai suoi sponsor) e all’Austria.

Ma più esotico dell’appuntamento europeo c’è sempre il trasferimento in Sud Africa. Lì sarebbe già pronto un circuito cittadino innovativo, individuato e soltanto da sistemare.

Peccato che gli organizzatori locali, al momento, non dispongano tutti delle disponibilità economiche per accogliere il Circus. In più c’è lo scoglio del patto di Concordia. Se il 60% del totale delle gare non sarà in Europa e in Nord America, infatti, per il nuovo calendario sarà necessaria l’approvazione delle prime tre classificate.