Alla Apple fanno sul serio, la guida autonoma non è una chimera, e il Brand di Cupertino punta molto sulla vettura capace di procedere senza conducente. Lo dimostra il fatto che, ultimamente, abbia assunto personale proveniente dal mondo dell’automotive, gente che ha lavorato presso Tesla, Ford, ed altri marchi come GM ed FCA.

Ma non è tutto, adesso i vertici della Mela Morsicata vorrebbero iniziare dei test per cominciare a sperimentare sul serio la guida autonoma, e per farlo sarebbero intenzionati ad utilizzare la Concord Naval Weapons Stations, una base militare dismessa, situata a circa 50 chilometri da San Francisco.

La notizia è trapelata dalle colonne del Guardian, dopo che il giornale è riuscito ad avere delle carte che testimoniano il contatto tra gli uomini della Apple ed i responsabili dell’impianto destinato ai test. Infatti, la base in questione è stata chiusa nel 2007 e, prossimamente, una parte della stessa sarà adibita ad uso residenziale, mentre l’altra, GoMentum, potrà essere data in affitto ad aziende che vogliono lavorare sulla guida senza conducente, ed a 5 case automobilistiche.

Sia la Honda, che starebbe utilizzando delle Acura RLX speciali, che la Mercedes, sono coinvolte nel progetto della ex base di Concord. Infatti, la Casa tedesca ha già effettuato diversi test. Per cui non è detto che, in un prossimo futuro, non vedremo anche la iCar all’opera.

Comunque, a rigor di logica, non è chiaro quali siano i progetti della Apple, tra l’altro vincolati dal segreto con i responsabili della base, perché se è vero che esiste la possibilità concreta di realizzare la iCar, è altrettanto vero che potrebbe essere rischioso, oltre che dispendioso, costruire un’auto da zero per competere con costruttori affermati.

Di conseguenza, il Brand di Cupertino potrebbe anche sviluppare una tecnologia con cui adattare ogni tipologia di auto alla guida autonoma, un po’ come succede oggi con CarPlay per quanto riguarda la gestione dell’infotainment.

Insomma, in attesa di capire quali siano le reali intenzioni della Apple, bisogna tenere gli occhi aperti perché il futuro dell’auto si annuncia sempre più tecnologico e autonomo, con buona pace dei fanatici della guida.