L’interazione tra guidatore e mondo esterno sta diventando sempre più un elemento distintivo nel campo automobilistico. Sempre più spesso sentiamo parlare di infointrattenimento a bordo, di connessione internet a disposizione per trasformare la vettura in un piccolo ufficio (o una succursale di casa) con sistemi in grado di leggere mail, collegarsi a internet e rispondere ai messaggi.
Logico che questa opportunità interessi chi crea i sistemi operativi e anche in questo caso la gara tra Apple e Android è partita da tempo per offrire la possibilità di collegare nel modo più semplice il proprio smartphone all’auto e per offrire sempre più servizi.
La prima ad arrivare a bordo è stata Apple che ha presentato il nuovo dispositivo CarPlay stringendo una collaborazione con tre marchi, Ferrari, Volvo e Mercedes.
Questa permette di usare in modo semplice l’iPhone, e gli altri tablet del marchio di Cupertino, attraverso dei comandi vocali (Siri) o con un tocco sul display centrale mettendo a disposizione di chi guida, tutti i contenuti del proprio telefono, le applicazioni scaricate o ascoltare la musica.
Niente di nuovo, sembrerebbe, perché di display con touch screen ne vediamo ormai di continuo. La vera novità è che CarPlay è stata sviluppata direttamente dal produttore e che l’integrazione con la casa automobilistica porta ad avere uno schermo che riporta le stesse icone che troviamo sull’iPhone, rendendo quindi più facile e intuitivo l’utilizzo, senza passare attraverso un’interfaccia esterna.
Il primo modello di serie a proporlo sarà la Ferrari FF, la quattro posti a trazione integrale di Maranello che porta sulla strada un lavoro di sviluppo durato due anni a cui seguirà a breve la California T recentemente rinnovata nella meccanica.
Molto soddisfatti i top manager delle due aziende con il presidente della Ferrari Luca Cordero di Montezemolo che afferma: “Essere i primi ad aver sviluppato questa tecnologia ci regala grande soddisfazione e conferma come anche la Ferrari sia un’azienda ad alto tasso di innovazione e tecnologia che può imporsi nel mondo”.
Dello stesso tenore le dichiarazioni di Greg Jozwiak, vicepresidente di Apple e responsabile di iPhone e degli altri prodotti iOS, che ha sottolineato la straordinaria comunanza di vedute nel lavorare ad un progetto all’insegna dell’innovazione e della ricerca tecnologica.
Passando ad auto più accessibili in Volvo proporranno CarPlay sulla nuova XC90, la SUV di grandi dimensioni finora vista a livello di concept che ha proprio nello sviluppo degli interni uno degli elementi di innovazione; si svelerà in versione definitiva al prossimo Salone di Parigi.
Anche Mercedes punta molto su questo sistema; tocca alla Classe C dimostrarne le potenzialità per prima per poi passare la tecnologia Apple e ai nuovi modelli che verranno presentati nei prossimi anni. La casa tedesca lavora su due fronti e contemporaneamente sta portando avanti anche lo sviluppo basato sulla piattaforma Android così da offrire ampia possibilità di scelta al cliente. Quello dell’auto sarà quindi un nuovo fronte di scontro tra i due colossi.