L’Apple Car sarà pronta nel 2019. A lanciare l’indiscrezione è il Wall Street Journal che cita fonti vicine all’azienda di Cupertino secondo cui tra quattro anni sarà commercializzato il primo modello. Non avendo molte informazioni sui partner di Apple in questo progetto e sulle caratteristiche della vettura, l’unica certezza che si ha finora è che la Apple Car non sarà totalmente a guida autonoma. Probabile che l’azienda di Cupertino pensi che la self driving car non sia ancora commerciale in così brevi tempi dati gli ostacoli legali e burocratici che deve ancora affrontare. Probabilmente, invece, lo saranno i modelli successivi dato che l’obiettivo finale è realizzare una Apple Car che si guidi da sola.

Il dato interessante è che Tim Cook e soci pare abbiano deciso di accelerare i tempi triplicando il team dedicato alla iCar: dalle attuali 600 persone a 1.800 dedicate al progetto denominato Project Titan dove sono state chiamati a lavorare persone che a vario titolo hanno prestato servizio in Volkswagen, Ford, General Motors e Tesla. La notizia segue la dichiarazione fatta da Harald Kruger, CEO di BMW, che la scorsa settimana si è detto pronto a nuove partnership con le aziende digitali sottolineando l’affinità tra il suo marchio e Apple.

Segno che il dialogo sul tema va avanti vista anche la visita di Tim Cook, numero uno di Apple, alla fabbrica di Lipsia dove viene prodotta la BMW i3 elettrica. Una visita che profuma di scambio tecnologico: Apple Car potrebbe puntare al telaio in fibra di carbonio della i3, in cambio di nuovi sistemi e connettività sui modelli della casa bavarese.

Per il momento si tratta solo di ipotesi visto che tra le numerose ricerche di personale sul profilo LinkedIn di Apple, si cerca un ingegnere specializzato in telai di automobili. In ogni caso ora Apple pare voler accelerare per colmare il gap con i competitor e soprattutto con Google, la cui auto a guida autonoma circola già sulle strade della California.

Qui l’articolo completo del Wall Street Journal.

photo credit: BMW E46: Running OS X Snow Leopard via photopin (license)