Il progetto della Apple Car sta trovando qualche difficoltà non prevista e dalle parti di Cupertino hanno pensato bene di andare sul sicuro richiamando dalla pensione Bob Mansfield, un nome molto conosciuto e apprezzato dai fan della Mela.

Il dirigente, ritiratosi nel 2012 dopo aver contribuito in maniera attiva a tutti i prodotti più importanti che Apple ha lanciato sul mercato durante l’era di Steve Jobs, è stato contattato dai vertici societari per gestire la squadra al lavoro sulla Apple Car. L’obiettivo di Cupertino è chiaramente quello di dare una sferzata a Project Titan, il nome dietro cui si nasconde il piano segreto che porterà la Mela a fare il suo ingresso nel settore automobilistico.

Il progetto in questione era partito con grosse ambizioni, ma pare essere incappato in una serie di ritardi dovuti a varie difficoltà che ne protrarranno il debutto sul mercato di qualche anno rispetto al previsto. Secondo alcune indiscrezioni, sembra infatti che il lancio della prima auto elettrica di Apple non si verificherà prima del 2021.

Il gruppo californiano vuole quindi affidarsi ancora una volta nelle fidate mani di Bob Mansfield e della sua capacità di risolvere i problemi. La stampa americana, che per prima ha dato la notizia del richiamo dell’ex-dirigente, afferma che quest’ultimo ha già accettato l’incarico per prendere il posto che fu di Steve Zadesky, uscito da Cupertino per ragioni non meglio precisate abbandonando la squadra al lavoro sull’innovativa vettura.