Non solo computer e smartphone, alla Apple pensano in grande, addirittura al mondo delle quattro ruote, ma non in merito ai sistemi d’infotainment, peraltro già in sviluppo avanzato, piuttosto alla produzione di una vettura vera e propria.

La iCar quindi potrebbe diventare presto una realtà a tutti gli effetti, altrimenti non si spiegherebbe l’assunzione di esperti del settore da parte della società di Cupertino. L’ultimo arrivato nell’azienda della mela morsicata è Doug Betts, proveniente dal Gruppo FCA, dove si occupava della divisione qualità fino allo scorso anno.

Si tratta del primo esperto in manifattura e in produzione di automobilili, che raggiunge Paul Furgale, un ricercatore europeo con esperienza in merito ai progetti di auto senza conducente e Steve Zadessky, esperto di design, ingegnere e con trascorsi nella Ford.

Ma non è tutto, tra le 1.000 persone che lavorano al progetto Titan, quello relativo all’iCar appunto, troviamo anche diversi dipendenti della Tesla. Quindi ecco che piano piano il quadro prende forma e diventa sempre più chiaro.

Ovviamente, non è ancora stato definito un periodo temporale all’interno del quale si potrà vedere lo sviluppo dell’auto in questione o, quanto meno, il risultato di ricerche che porteranno ad una migliore interazione della tecnologia con l’automobile.

Quel che è certo è che la Apple sta investendo in maniera importante nel settore dell’automotive, e questo, da un lato sottolinea che il mondo delle quattro ruote è piuttosto vivo, nonostante la crisi degli ultimi tempi, mentre dall’altro evidenzia quanto le vetture di domani saranno sempre più connesse alla tecnologia.

Certo, il futuro di un’auto che si guida da sola in parte spaventa, ma potrebbe essere una soluzione a tanti problemi, soprattutto legati alla sicurezza. Chiaramente, è ancora presto per dirlo, ma è ovvio che il mondo guarda con interesse ciò che bolle in pentola dalle parti di Cupertino.