Ad Hockenheim la posta in palio è grande, non si tratta più di lottare soltanto per il podio ma di affermare un sistema, una filosofia ed ipotecare il campionato del mondo. Lo sa bene Andrea Stella della Ferrari. 

Ogni volta che parliamo della scuderia di Maranello, i soliti nomi che vengono fuori sono quelli del presidente del Cavallino, Luca Cordero di Montezemolo, del direttore tecnico Stefano Domenicali e dei due piloti di punta della scuderia: Alonso e Massa.

Più raramente viene fuori il nome di Andrea Stella che invece sta acquistando un bel po’ di fama da quando si possono ascoltare le conversazioni via radio tra i piloti e il paddock. Andrea Stella parla in un italiano strettissimo con Alonso che non ha difficoltà a capirlo.

Insomma lontani dagli schemi del Circus e dai classici dialoghi in inglese, si passa a qualcosa di nostrano, un linguaggio che infiamma e piace ai tifosi della Rossa. Stella, per la prossima gara tedesca, ha anche fatto una previsione entusiasmante.

Adesso, tutti in Ferrari, iniziano a crederci. Non siamo più all’inizio della stagione, quando nessuno temeva la scuderia italiana. Ecco cosa dice Stella:

A inizio stagione pochi credevano che dopo nove gare ci saremmo trovati in questa posizione. Noi però abbiamo sempre mantenuto un atteggiamento positivo e soprattutto abbiamo lavorato tantissimo.