È la gara numero nove e promette di mettere in scena un duello all’ultimo cilindro. I giri che dovranno affrontare i piloti sono 52. Il circuito è lungo 5,891 chilometri e per completare la gara i piloti dovranno percorrere ben 306,227 chilometri.

A livello tecnico è giusto dare dei dettagli della pista. Il dislivello per esempio è di sei metri e presenta una pendenza massima al 2%. Per quanto riguarda l’altezza, siamo ai 147 metri.

È uno dei circuiti più interessanti di tutto il mondiale anche per la tortuosità. A Silverstone ci sono ben 10 curve a destra e 7 nel senso opposto. Anche il numero dei rettilinei è equilibrato perché sono ben sei. Il miglior tempo registrato sul circuito nel 2010 è stato di 1.30.874.

Per curiosità snoccioliamo qualche altro dato storico. Silverstone si trova nel Northamptonshire ed ha ospitato la prima gara automobilistica di Formula 1 nel lontano 13 maggio 1950. Siccome nasceva come giro attorno al perimetro di un aeroporto militare, presentava, nella versione originale, un tracciato molto regolare.

Ma nel corso degli anni, il tracciato di Silverstone è stato ridisegnato più volte, aggiungendo curve ed “ostacoli” che hanno reso la pista più accattivante per piloti e spettatori. Ultima modifica proprio nel 2010 quando il circuito è stato allungato di 760 metri.