La Formula 1, quest’anno, è molto equilibrata. Ogni gran premio, finora, è finito nelle mani di un pilota diverso ma bisogna prendere atto che ci sono sportivi più costanti di altri, in grado di andare a punti, anche senza salire sul primo gradino del podio. Parliamo di Raikkonen e Grosjean

La Lotus è una macchina molto interessante. Fino a questo momento, nelle mani di Raikkonen e Grosjean, ha riservato un bel po’ di sorprese ai tecnici di Enstone. Boullier e il suo staff ci stanno prendendo gusto a salire sul podio e hanno svelato di recente le carte.

Considerati i 55 punti raccolti in questi gran premi di Raikkonen e i 53 punti raccolti da Grosejan, la Lotus Renault è terza in classifica sul versante costruttori. La separano dalla McLaren Mercedes, appena 25 punti. L’obiettivo dell’anno, prendendo atto di un possibile calo delle prestazioni durante la stagione, è chiudere in quarta posizione nella classifica costruttori.

Anche il capo Lotus, che si chiama Gerard Lopez, è convinto che questo obiettivo possa essere tranquillamente centrato dal suo staff e infatti, dopo il Gran Premio di Montréal dove Grosjean è arrivato sul podio, ha dichiarato:

Oggettivamente puntiamo al quarto posto finale. Non possiamo pretendere di fare sicuramente meglio. Lottiamo contro Mercedes, Ferrari, McLaren e una potenza economica quale Red Bull. Realisticamente cercheremo di finire tra i primi quattro, poi se verranno risultati migliori, tanto meglio. Abbiamo due grandi piloti ed una vettura competitiva, ma siamo seri, ora come ora abbiamo poche possibilità di mantenere il terzo posto.