Dopo l’ultimo appuntamento della Formula 1 ci si prepara ad incoronare campione del mondo Sebastian Vettel. Al pilota Red Bull che dall’inizio della stagione sembra imprendibile, sarà sufficiente guadagnare un punto più di Button.A Suzuka, se tutto andrà liscio, Vettel si laurea per la seconda volta campione del mondo. La classifica iridata non lascia scampo, al Red Bull basta guadagnare un punto più di Button per mettersi matematicamente in tasca il casco iridato.

Eppure c’è chi per il secondo posto non ha intenzione di mollare. Alonso si è fatto soffiare a Singapore la seconda piazza. A Suzuka il ferrarista vuole mettere i bastoni tra le ruote a Button. L’obiettivo ambizioso che dichiara alla stampa è quello di guadagnare il secondo posto nella classifica piloti e in quella costruttori.

Una soddisfazione personale che si accompagna anche alla fiducia nei confronti del team tecnico che sta già lavorando alla monoposto della prossima stagione.

Alonso in Giappone ha già portato a casa due vittorie: una volta si è imposto a Fuji, in un’altra occasione ha detto la sua proprio a Suzuka. Quest’ultima, Alonso, la ritiene la vittoria più bella. Perché non ripetersi allora?

Una sola preoccupazione guasta l’ottimismo del pilota spagnolo: l’eventualità che piova sul tracciato.