Il primo giorno di test sul circuito del Mugello sono state interessanti per i ferraristi che hanno visto dopo tanto tempo Alonso di nuovo al comando. La Red Bull di Webber è arrivata ad un secondo di distanza dall’asturiano di Maranello.

Sul circuito del Mugello c’erano oltre 15 mila tifosi e curiosi a guardare i test. Un appuntamento, quello con i test durante la stagione, che mancava da oltre quattro anni. Un ritorno ai test che ha segnato anche il ritorno di Alonso.

Lo spagnolo della Ferrari ha fatto fermare il cronometro sul 1:22.444 con appena 46 giri effettuati. Il Cavallino, nel primo giorno si è affidato ad Alonso che già da tempo aveva intenzione di suggerire ai tecnici qualcosa in merito allo sviluppo di nuove soluzioni.

Le modifiche effettive però, arriveranno soltanto tra una decina di giorni sul circuito di Barcellona. Lì le squadre arriveranno con gli upgrade necessari  a recuperare terreno dai migliori.

Il commento di Alonso alla giornata, riportato dal sito della Ferrari, è stato il seguente:

Peccato per la pioggia, che ha complicato lo svolgimento di questo primo giorno di prove, e per il pubblico, che avrebbe meritato uno spettacolo migliore. Avevamo un programma di lavoro abbastanza nutrito ma ne abbiamo potuto completare solamente una parte. E’ quindi impossibile dare una valutazione seria, anche perché sull’asciutto abbiamo girato veramente poco. Posso soltanto dire che per me è stato un piacere tornare a guidare su questo tracciato: la prima e unica volta risaliva al 2001, quando feci un test con la Minardi. E’ una pista spettacolare e sarebbe bello poterci fare una gara!