Fernando Alonso si è guadagnato la chance di correre la mitica 500 miglia di Indianapolis andando subito forte, tanto da superare il primo test riservato ai rookie a 353 km/h di media nella tornata migliore.

Mancano ancora circa 20 km/h di punta massima per ottenere una media da pole position, ma ci sarà a breve, il 15 maggio, la possibilità di avvicinarsi a questo traguardo velocistico. Infatti, Alonso effettuerà un altro test in quella data, prima di arrivare al 28 maggio, quando ci sarà la 500 miglia di Indianapolis vera e propria.

Certo, non sarà facile avere a che fare con le scie aerodinamiche e con la pericolosità dei muretti che non sono certo gentili come le vie di fuga della F1, ma l’asturiano non è certo il tipo che si tira indietro, come dimostra il samurai che si è tatuato sulla pelle.

Vedremo come andrà quest’esperienza che di certo farà parlare molto gli appassionati e gli addetti ai lavori, ma è chiaro che con questa avventura Alonso cerca nuovi stimoli ad una F1 che non riesce a soddisfarlo per via di una monoposto non all’altezza delle sue qualità.