Fernando Alonso non sarà più il pilota della Ferrari nella stagione 2015 e al suo posto, accanto al compagno di squadra Raikkonen, ci sarà molto probabilmente Sebastian Vettel, il più accreditato per rimpiazzarlo. E’ una conclusione piuttosto logica cui si è giunti in seguito alle dichiarazioni che l’ormai quasi ex Presidente del Cavallino rampante, Luca Cordero di Montezemolo, ha rilasciato nel corso della sua presenza al Salone di Parigi (segui qui tutte le novità live). Erano già note da tempo, in realtà, le vicissitudini in casa Ferrari e la volontà sia della società sia di Alonso di porre fine a quello che non era più un rapporto “di amore” ma di sopportazione.

Parlando di Alonso, in quello che è stato il suo discorso di addio alla Ferrari, Montezemolo ha dichiarato ai giornalisti di tutto il mondo: “Alonso per me è il miglior pilota del mondo in gara. A noi ha dato tutto, ha fatto gare straordinarie, è andato vicinissimo al titolo nel 2010 e nel 2012. Sia lui sia noi speravamo di fare meglio e soprattutto lui non si è mai tirato indietro, vedi i punti di differenza con i suoi compagni. Devo solo ringraziarlo. Ha parlato con Mattiacci, credo che ci si debba venire incontro, non c’è l’assillo di decidere immediatamente, dipende da quello che vuol fare lui e trovare qualcosa che vada bene sia a Fernando, che se lo merita, sia alla Ferrari. Ma non è scontato né che vada via né che rimanga“.

Evita invece di esprimersi quello che sarà il futuro Presidente della Ferrari, Sergio Marchionne, che interrogato sulla vicenda, ha preferito glissare e rilanciare la palla al suo predecessore, ancora in carica. Di sicuro possiamo dire che l’addio di Fernando Alonso lascia tanto amaro in bocca, soprattutto perché i risultati che ci si aspettava dal suo arrivo nella squadra di Maranello erano ben altri rispetto a quelli che poi sono giunti in pista (o che non sono giunti affatto, a questo punto).

(Foto credit: Facebook FernandoAlonsoOficial)