Nonostante il deludente quarto posto, Fernando Alonso dopo il GP del Giappone è diventato il pilota con più punti in assoluto (1571) nella storia della F1: unica piccola soddisfazione di un Mondiale già nella bacheca di Sebastian Vettel: “Come lui deve aspettare solo che arrivi il titolo, io aspettavo questo traguardo, che mi rende felice e orgoglioso, perché premia il mio stile di guida in gara - ha affermato l’asturiano (foto by InfoPhoto) - . In futuro il record sarà battuto, visto che è cambiato il sistema dei punteggi, ma intanto festeggio io”. 

Sua maestà Michael Schumacher è fermo a quota 1569 punti ma la classifica non tiene evidentemente contro del sistema di punteggio nel corso degli anni. Quindi usare il termine record, come hanno in fatto in molti, ha ben poco senso. Un bellissimo post di Racingworld ce lo spiega nei dettagli. Qualsiasi sia il punteggio utilizzato Schumi resta il re indiscusso davanti ad Alain Prost. Se il Kaiser avesse corso sempre con questo sistema di punti ne avrebbe 3890!  Neanche la sentenza della FIA nel 1997, che decise di togliere tutti i punti al pilota tedesco per il contatto con Villeneuve, riesce a cambiare le carte in tavola.

Questa la classifica con sistema di punteggio attuale (dal 2010)

1° Michael Schumacher (Germania) 3.890 pt
2° Alain Prost (Francia) 2.483 pt
3° Fernando Alonso (Spagna) 2.414 pt
4° Rubens Barrichello (Brasile) 1.896 pt
5° Kimi Raikkonen (Finlandia) 1.853 pt
6° Ayrton Senna (Brasile) 1.844 pt
7° David Coulthard (Regno Unito) 1.709 pt
8° Nelson Piquet (Brasile) 1.701 pt
9° Jenson Button (Regno Unito) 1.612 pt
10° Sebastian Vettel (Germania) 1.541 pt