L’anno scorso i comportamenti scorretti erano immediatamente messi alla gogna tanto da avviare anche sulla stampa dei veri processi mediatici contro il pilota più scorretto del Gran Premio. Ne sa qualcosa Hamilton. La stagione in corso sembra essere più “clemente”. I piloti birichini non sempre sono considerati fuori dai ranghi e meritevoli di penalità. Il fatto che tutto sia rimesso ai giudici di gara nonostante le telecamere mostrino un comportamento scorretto in pista, fa infuriare qualche pilota.

Nel gran premio del Bahrain sotto la lente d’ingrandimento c’è il vincitore di Shanghai, Nico Rosberg che con la sua Mercedes aveva proprio voglia di ripetersi. Galvanizzato dalla vittoria in Cina, però, il giovane tedesco ha un po’ esagerato.

All’inizio della gara ha fatto sì che Hamilton fosse costretto a finire fuori pista per evitare un contatto con lui. Un episodio su cui i giudici avrebbero dovuto decidere soltanto a fine gara. Poi, qualche giro più tardi, una strategia simile Rosberg l’ha messa in campo con Alonso. 

Il ferrarista, un po’ meno tranquillo di Hamilton in questa occasione, non ha gradito affatto che Rosberg l’abbia fatta franca. Il tedesco non ha subito sanzioni nonostante sia stato protagonista di un comportamento scorretto sia nei confronti di Hamilton, sia nei confronti di Alonso e sempre nello stesso punto della pista: l’uscita dalla curva 3.

Alonso ha commentato duramente l’accaduto:

Posso solo dire che se invece della via di fuga ci fosse stato un muro, non sono sicuro che sarei stato qui a parlarne.