Alfa Romeo potrebbe essere scorporata da Fiat per diventare una società indipendente: l’indiscrezione, lanciata dalla rivista specializzata Automotive News, è stata sufficiente a far correre il titolo del Lingotto in Borsa (+1,63% a 8,68 euro) in una mattinata piuttosto piatta per l’indice Ftse Mib (+0,26%). La casa del Biscione potrebbe essere scorporata da Fiat per aumentarne la visibilità internazionale e portarla a conquistare il mercato degli Stati Uniti.

Nel piano di Sergio Marchionne, peraltro, è previsto un rilancio per Alfa Romeo a livello di brand premium, nel tentativo di competere con le rivali tedesche del segmento. Automotive News ricorda i dati deludenti dello scorso anno sulle vendite di Alfa Romeo, scese del 56% e attestate a quota 74mila vetture (livelli di fine anni Sessanta) che lascia pensare a un deciso cambio di strategia nei piani di rilancio.

All’orizzonte è previsto il lancio di sei modelli (due suv, due berline, un coupe e una roadster) e ci dovrebbero essere motori sviluppati da Ferrari. Il nuovo status di Alfa dovrebbe essere presentato il 6 maggio quando si alzerà il sipario sul nuovo piano strategico quinquennale di Fiat-Chrysler. Il Lingotto – riporta l’Ansa – fa sapere di non voler commentare le indiscrezioni in vista del nuovo piano.

LEGGI ANCHE

Elkann “Finisce la nostra vita precaria”

Salone di Ginevra 2014: l’esordio della Fiat 500 MY 14

Il Gruppo Fiat torna official sponsor in MotoGP

Fiat 500 L: presentate versioni Living e Trekking

Fiat 500 nuovi motori: arrivano 0.9 Twin Air e 1.6 Multijet II

Fiat Freemont: la prova su strada di SicurAuto.it