Alfa Romeo Giulietta TCT grandi prestazioni grazie al nuovo cambio

L’Alfa Romeo Giulietta TCT dopo esser stata presentata al Salone di Parigi nel 2010 ha superato a pieni meriti i test su strada, grande merito è dovuto anche al nuovo cambio a doppia frizione TCT.
Solo l’Alfa Romeo Giulietta TCT spinta da un propulsore Multijet con una cilindrata di due mila centimetri cubici con una potenza massima di 170 cavalli e il 1400 centimetri cubici a benzina con la stessa potenza massima possono essere dotati della nuova doppia frizione.
L’Alfa Romeo Giulietta TCT presenta l’indicatore della marcia in uso al centro del display, per i più esigenti c’è la possibilità di dotare l’auto dei paddle al volante per i cambi sportivi, l’auto inizia la sua corsa non appena si lascia il pedale del freno e anche a basse velocità le manovre sono precise senza sobbalzi.
L’accelerazione dell’Alfa Romeo Giulietta TCT è morbida e non si sentono i cambi di marcia, nel traffico i cambio vengono effettuati a giri bassi in modo tale da limitare i consumi e a rendere la guida lineare, per i più esigenti e amanti della velocità basta agire sul selettore e posizionarlo in modalità Dna portando così il cambio a manuale sequenziale.
Utilizzando i paddle al volante si potrebbe rischiare di scalare la marcia nonostante il motore sia ad un numero di giri elevato, per ovviare a questo inconveniente è stato inserito un blocco e al comando di scalata negato viene emesso un suono.