L’Alfa Romeo Giulia è pronta per essere svelata al mondo, manca poco più di un mese, poi il 24 di giugno le sue forme saranno mostrate in pubblico e allora tutte le previsioni sul suo aspetto finale cadranno nel dimenticatoio.

Nel frattempo, iniziano a circolare delle notizie in merito alla berlina più attesa in Casa Alfa degli ultimi anni. L’auto sarà prodotta nello stabilimento di Cassino (FR), ma bisognerà attendere la fine dell’anno prima che gli esemplari della nuova Giulia continueranno ad uscire dalla catena di montaggio in successione.

Per vedere le prime auto di serie sulle strade sarà necessario pazientare fino alla primavera del prossimo anno, solo allora, la nuova Alfa Romeo andrà a mescolarsi con gli altri modelli presenti sulle arterie italiane.

Ma non disperate, se siete degli appassionati del Marchio, la Casa del Biscione vi ha riservato una bella sorpresa, ovvero la possibilità di ammirare in movimento i primi 20 esemplari di preserie durante l’Expo, precisamente nel mese di luglio.

Ecco, 20 auto completamente inedite, confezionate ad hoc in gran segreto, a Modena, nello stabilimento Maserati dove prende vita un’altra Alfa Romeo decisamente speciale: la bellissima 4C! E a questo punto la domanda sorge spontanea, come diceva un famoso conduttore televisivo: che grado di parentela c’è tra la Giulia e le berline del Tridente?

Beh, di sicuro un legame è innegabile, visto che deriverà, in parte dalla Ghibli, una delle berline più riuscite degli ultimi tempi: un’auto sportiva, comoda e con una linea veramente accattivante. Di sicuro, un’ottima base di partenza, difficile da migliorare, anche perché l’Alfa si posiziona decisamente più in basso, ma di sicuro, un ottimo travaso di tecnologia per la berlina del Biscione.

Insomma, si parla tanto di questa Giulia ancora prima che metta le ruote su strada, o che venga tolto il velo sul suo aspetto reale: è il segnale che l’Alfa Romeo sta tornando, con tutta la passione che la contraddistingue e con tutto l’interesse che riesce a suscitare.